martedì 1 novembre 2011

Intervista al blogger: Danilo Zanelli - idee per scrittori


1- Quando e perché hai scelto di aprire il tuo blog?
L’idea mi frullava in testa molto tempo prima della nascita del blog, ma temevo le difficoltà di realizzazione, considerato il mio analfabetismo informatico. L’ho messa in pratica quando ho cominciato a esplorare gli strumenti di Blogger.

2- Come mai hai scelto questo titolo?
Il titolo del blog è descrittivo. Volevo un titolo capace di raccontare in sintesi lo scopo del blog.

3- In due parole, di cosa parla il blog?
Idee per scrittori” nasce come parodia dei corsi di scrittura creativa. Qui il concetto è portato all’estremo, al paradosso. Nella presentazione del blog affermo che lo scrittore non può avere il tempo per inventare storie, perché la sua attività è troppo impegnativa. Il blog cerca di aiutarlo, fornendo trame, spunti, incipit, finali e personaggi che potrebbero prendere vita in un libro o in un racconto. Naturalmente, c’è il gusto per la provocazione e per il nonsense. Ma c’è anche la voglia di giocare con la letteratura, cercando la complicità del lettore.

4- C'è un post che ritieni particolarmente rappresentativo e vorresti condividere con noi?
Sono particolarmente affezionato a un post, intitolato “La popstar”, che rende bene lo spirito del blog.

5- Qual è la più grande soddisfazione che hai ottenuto da quando hai aperto il blog?
Ho ottenuto diverse recensioni lusinghiere, per esempio su Booksblog. Ma la cosa più importante è il dialogo con i lettori, che spesso partecipano al gioco. Per coinvolgerli, ho coniato uno slogan: “Gli scrittori hanno bisogno anche di te: aiutali”.

6- Quali sono i 5 blog che non possono mancare nel tuo blogroll?
Non riesco a scegliere. Tutti i blog attualmente presenti nel mio blogroll, anche per ragioni affettive, non possono mancare.

7- Social network: a quali sei iscritto? Li vivi come una proiezione della tua identità di blogger o come qualcosa di distinto?
Sono iscritto a Facebook, Twitter, Friendfeed e Google Plus. Mi manca solo il canale su Youtube. Da quando curo il blog, uso molto i social network per condividere i post. Gli account di Twitter e Friendfeed portano lo stesso nome del blog. Per non farmi mancare nulla, ho creato una pagina di Facebook dedicata a “Idee per scrittori”.

8- Sogni di trasformare la tua passione in un lavoro? In caso affermativo, secondo te è realmente possibile oggi vivere di scrittura?
Già ora mi dedico alla scrittura professionale, scrivendo testi per il web, ma navigo nella precarietà. Sogno di trovare maggiore stabilità. Sono anche un giornalista freelance. Ho scritto diversi articoli per l’Espresso, il Riformista, Terra e Left.

9- Hai spiegato all'inizio perché hai iniziato. Ora ti chiedo: perché stai continuando?
Il blog è una spazio prezioso che soddisfa la mia voglia di comunicare, in piena libertà. Non potrei farne a meno.

10- In definitiva, cosa significa per te essere blogger?
Il blogger è uno scrittore che vuole dialogare ogni giorno con i lettori.

2 commenti:

Veronica Mondelli ha detto...

Ha proprio ragione: "Il blog è una spazio prezioso che soddisfa la mia voglia di comunicare, in piena libertà. Non potrei farne a meno."
Laddove si è spesso costretti a scendere a compromessi per scrivere, il blog rappresenta uno spazio libero irrinunciabile. Una vera e propria boccata d'aria.
Bella intervista.

Ale ha detto...

bella! bravo! bravi!