lunedì 23 maggio 2011

Concorsi letterari, sfida o sogno?

Lunedì prossimo scadono tre concorsi letterari molto interessanti, a cui desidero a ogni costo partecipare: per chi fosse interessato/a a dare il proprio contributo, si tratta di Incipit d'autore della Giulio Perrone Editore, Parole tra le dita di OkBook e I-libri (ne parla qui Diario della Fenice) e Scrivere di sé mentendo della Scuola Holden di Torino in collaborazione con la casa editrice Terre di mezzo.

Il primo è già stato spedito, scritto fra qualche viaggio in treno, qualche sosta in stazione e concluso seduta su una panchina davanti al mare. Gli altri due tormentano la mia mente come scosse elettriche, come se l'idea vincente non ne volesse sapere di venire fuori. Essermi rimessa a scrivere ha il suo prezzo, quello di tornare all'incostanza che non mi fa scrivere x pagine al giorno, ma che fa guizzare l'ispirazione quando meno me lo aspetto. E quasi sempre, quando non è il momento giusto per mettermi a scrivere.

Insomma, dopo l'entusiasmo iniziale ecco la prima salita: c'ho il bloggo dello scrittore. Tra meno di un'ora mi farò una camomilla e vedremo che succede. Magari riuscirò ad andare a letto con una (dico una) mail inviata.

Buona serata a tutti voi!

6 commenti:

Emotionally ha detto...

In bocca al lupo Marty :-*

Marta Traverso ha detto...

Grazie mille Sara! ;)

Francescast.84 ha detto...

Forza Marta, forza Marta, Foooorrrzzzaa :)

Marta Traverso ha detto...

Grazie Fra.. ma che faticaccia :) Non esiste una qualche terapia motivazionale per scrittori?

Francescast.84 ha detto...

mmmmmhhhh ... ma che terapie motivazionali, :) fatti guidare da tutto quello che ti esce dalle testa, e fidati delle tue parole, e il resto viene da se. :) almeno tu hai il coraggio di partecipare, mentre io no, quindi sappi che per me sei già un passo avanti! :)

Marta Traverso ha detto...

Come no?? :) Allora ci vuole una super terapia d'urto anche per te!