venerdì 4 marzo 2011

Facebook: profilo, pagina o gruppo? (parte 1)

Approcciarsi a un qualunque strumento del web significa accettarne le regole. Tutto ciò che usi abitualmente, dalla casella di posta elettronica all'instant messaging ai social network, presuppone il rispettare una serie di condizioni d'utilizzo.

Nel caso di Facebook, la prima domanda da porti è: qual è il modo più corretto per mettermi in gioco? Facebook mette a disposizione tre possibilità, radicalmente diverse una dall'altra: il Profilo Personale, la Pagina (o Profilo Pubblico) e il Gruppo. Ciascuna di queste opzioni ha le sue regole, le sue caratteristiche e i suoi scopi.

Anzitutto una premessa: anche se strumenti come Twitter e Linkedin sono molto più efficaci per comunicare se stessi sul web, non puoi prescindere da Facebook per l'enorme visibilità che offre, con un bacino di utenti a cui nessun altro social network (almeno in Italia) è oggi arrivato.

Ci sono dunque tre modi per essere presenti su Facebook. Partiamo dal primo. Il Profilo Personale rappresenta te, con la tua faccia, il tuo nome e il tuo cognome. Puoi usarlo per scopi strettamente privati, come chattare con gli amici, giocare a Word Challenge o far ballare il tuo Buddy Poke, ma è anche un ottimo punto di partenza per dare visibilità al tuo blog, alle tue attività sul web, insomma al tuo brand.

Quello che assolutamente NON devi fare è creare un Profilo Personale associato al tuo blog, o a qualsiasi cosa non sia persona. E' una violazione del regolamento di Facebook, che impone che i Profili Personali rappresentino persone fisiche, e delega ai Profili Pubblici tutto il resto. Violare questa regola significa andare contro alle norme che hai sottoscritto quando ti sei iscritto a Facebook, e rischiare di veder cancellato il tuo profilo.

Sì, lo so, lo fanno tutti. Ma non è una buona ragione per farlo anche tu. Come ti spiegherò prossimamente, il Profilo Pubblico è uno strumento altrettanto efficace per esprimere te stesso e il tuo brand. Non solo: un altro limite del Profilo Personale è non poter superare la soglia dei 5.000 amici, mentre il Profilo Pubblico ti offre un bacino di lettori potenzialmente illimitato.

6 commenti:

CosmoGirl ha detto...

Molto interessante, non vedo l'ora di leggere il seguito! Grazie delle info!

Marta Traverso ha detto...

Grazie a te di essere passata! Se hai delle domande su Facebook posso (nel mio piccolo) aiutarti molto volentieri!

Lucio A. ha detto...

Interessante...! Penso creerò un profilo pubblico del mio blog su Facebook. Non sapevo il divieto del profilo personale... grazie ancora ;)

Marta Traverso ha detto...

Ciao Lucio, benvenuto!

Tecnicamente non è un 'divieto', puoi farlo ma a tuo rischio e pericolo.

Anonimo ha detto...

Molto interessante! Sto leggendo il tuo e-book "Io bloggo", spero di riuscire a mettere in pratica quello che riesci a trasmettere con un stile semplicemente accattivante. Veramente brava.
Cristina

Marta Traverso ha detto...

Ciao Cristina, benvenuta anche a te! Sono felice che tu abbia comprato il mio ebook e sono curiosa di leggere il tuo blog (se già lo hai o quando lo creerai).

Per qualsiasi domanda mi trovi qui :)