martedì 1 febbraio 2011

I film sono la vita, la vita non è un film

Come buon proposito per la mia vita voglio abolire l'utilizzo scritto della x al posto di per e della k al posto del ch, ed eliminare inutili anglicismi come ok e weekend. Voglio leggere di più e stressarmi di meno. Ieri sera mi sono messa a letto presto per vedere Csi.

Ho un notevole interesse per i telefilm americani, però non mi incollerei a Emule pur di non perdere una puntata. Anzi, credo di stare sviluppando una certa allergia al peer to peer: è come Sky, un palinsesto a portata della persona bloccata in letto ma non di chi ha una vita che va oltre la tv.

Un tempo collezionavo film. Registravo qualunque cosa, quasi compulsivamente e spesso senza neppure ricordarmi la trama dei film. Oggi sono cambiata. Preferisco sfogare la mia film/telefilm-mania su ciò che giorno per giorno offre il mercato generalista, e concentrare il resto del mio tele-tempo con un dvd preso a noleggio in biblioteca (aaah, quante gioie da quando ho la tessera della biblioteca...) o rivedendo uno dei miei vecchi cimeli.

Non sono proprio portata per il collezionismo, prediligo il minimalismo che tocca il cuore: pochi libri e pochi dvd, ma speciali. Quando avrò una casa tutta mia porterò con me l'essenziale. Essenziale ma speciale.

2 commenti:

LaFlautista ha detto...

"Essenziale ma speciale" questo sì che è uno slogan!
Bacini Marta!!!

Marta Traverso ha detto...

:-)