mercoledì 23 marzo 2011

Meglio un'amica etero oggi che una rivale di troppo domani

Tutto è iniziato alcuni giorni fa, mentre leggevo sul blog di Francesca Stega un post su uno dei temi più gettonati dalle riviste pink: l'amicizia tra uomo e donna.

Francesca appoggia in toto la teoria più comune sull'argomento: l'amicizia uomo-donna è in buona parte dei casi il desiderio inespresso (almeno da una delle due parti... quasi sempre la parte maschia) di un rapporto che va ben oltre l'amicizia.

Con un'inevitabile conclusione: se proprio vuoi un amico maschio, sceglitelo gay.

E' a questo punto che è sorta in me una riflessione: già, Will e Grace (ma anche Jack e Karen) insegnano che l'uomo gay non disdegna le amicizie femminili. E gli uomini gay che conosco aderiscono perfettamente al cliché. La bibliografia di uomo gay amico di donna etero è molto vasta, ma il contrario? Se Grace fosse gay e Will etero, avrebbero ugualmente diviso l'appartamento?

Anche voi avete pensato istintivamente un no, non è vero?

Ciò si può ricondurre a tre semplici spiegazioni:

1- Grace non ha paura che Will le porti via il fidanzato di turno. E se Will lo fa, Grace passa al fidanzato successivo. Forse che alcuni uomini ritengono umiliante essere scaricati per un'altra donna? E la migliore amica si trasforma in potenziale rivale.

2- Grace non ha paura che Will ci provi con lei. E se proprio il fattaccio dovesse accadere, sarebbero entrambi così ubriachi da ricordarlo come un episodio divertente che non cambia di una virgola il loro rapporto. Forse che alcuni uomini - a fattaccio avvenuto - si gloriano di aver riportato una miscredente sulla retta via? E la migliore amica si trasforma in trofeo.

3- Grace non chiederebbe mai a Will di fare sesso con Jack mentre lei sta a guardare. Forse che alcuni uomini hanno un'opinione diversa a riguardo? E la migliore amica si trasforma in oggetto.

Questo post fa parte di un progetto nato per caso fra tre blogger. L'idea è di scrivere ognuna un post sullo stesso argomento e vedere in che modo verrà sviluppato dai differenti stili che ci contraddistinguono. Gli altri due post correlati li trovate qui: Francesca Stega e Donne amori e altri guai. Post together!

5 commenti:

Francescast.84 ha detto...

bello, mi piace ... dici cose vere ... avere un amico gay, di fatto è davvero divertente, io infatti l'ho proposto al mio amico di essere come Will e Grace :P
anche se io non ho i capelli rossi

CosmoGirl ha detto...

Geniale il paragone all'inverso! :)

Rory ha detto...

Bella questa iniziativa. Ho letto anche i post delle tue amiche. Come ho già scritto da loro, io ho una diversa esperienza, nel senso che di amici VERI etero ne ho almeno due e con nessuno di loro c'è mai stata la voglia di andare oltre, anzi, solo il pensiero mi fa sorridere. Io ci credo nell'amicizia uomo-donna.

Marta Traverso ha detto...

Io più che Will e Grace vorrei un amico Jack e un'amica Karen... :-)

Insight ha detto...

Bella l'idea del "ménage à trois", cioè del tema, volevo dire, e bello il post.
Brava Marta, credo che ripasserò.
Ciao.