giovedì 8 settembre 2011

On writing (Stephen King)


Potete avvicinarvi all'atto dello scrivere con nervosismo, eccitazione, speranza, o anche disperazione, la sensazione cioè che non riuscirete mai a mettere sulla pagina quello che avete nella mente e nel cuore. Potete avvicinarvi a quell'atto con i pugni chiusi e gli occhi stretti, pronti a menare e a prendere nota dei nomi. Potete mettervici perché volete farvi sposare da una certa ragazza o perché volete cambiare il mondo. Mettetevici in qualsiasi modo, ma non alla leggera. Lasciatemelo ripetere: non dovete affrontare alla leggera la pagina bianca.


Non vi chiedo di affrontarla con timore reverenziale o senza dubbi; non vi chiedo di essere politicamente corretti o accantonare il vostro senso dell'umorismo (pregate Iddio di averne uno). Questa non è una gara di popolarità, non sono i giochi olimpici della morale, non siamo in chiesa. Ma si tratta di scrivere, dannazione, non lavare la macchina o mettersi l'eyeliner. Se sapete prenderlo sul serio, abbiamo da fare insieme. Se non potete o volete, è ora che chiudiate il libro e vi dedichiate a qualcos'altro.


Lavare la macchina, magari.

(da 'On Writing', Stephen King)

4 commenti:

Eva Q. ha detto...

Adoro Stephen King !!

Redazione ha detto...

Lo adoro.
L'ho letto in lingua originale perchè non lo trovavo in italiano. Mi ha aperto gli occhi su di un altro mondo.
E ho iniziato a coltivare la pazza ideuzza di scrivere un mio romanzo...

Emanuele Secco ha detto...

Io devo trovare questo libro. Sono due anni che giro per fiere e mercatini del libro usato senza risultati... grrrrr.

E.

Marta Traverso ha detto...

@Emanuele: il libro è abbastanza recente (edito una decina di anni fa..), strano che nelle librerie non si trovi...