venerdì 16 luglio 2010

Paulo Coelho is (uno dei tanti) my guru

La passione ti fa smettere di mangiare, di dormire, di lavorare, di vivere in pace. Molti si spaventano perché, quando compare, distrugge tutto ciò che di vecchio incontra. Nessuno vuole mettere a soqquadro il proprio mondo. Perciò alcune persone, tante, riescono a controllare questa minaccia, mantenendo in piedi una casa o una struttura già marcia. Sono gli ingegneri delle cose superate.

Altri individui pensano esattamente il contrario: si abbandonano senza riflettere, aspettandosi di trovare nella passione la soluzione di tutti i loro problemi. Attribuiscono all’altro il merito della propria felicità, e la colpa della propria possibile infelicità. Sono sempre euforici perché è accaduto qualcosa di meraviglioso, oppure depressi perché un evento inatteso ha finito per distruggere tutto.

Sottrarsi alla passione, o abbandonarvisi ciecamente: quale di questi atteggiamenti è il meno distruttivo?

4 commenti:

Antonella ha detto...

...non lo so.

Marta Traverso ha detto...

Forse entrambi?

Antonella ha detto...

Forse entrambi...

Rory ha detto...

Sicuramente entrambi...anche se la passione più coinvolgente è quella che ti fa smettere di mangiare...di dormire...di vivere in pace...