mercoledì 1 giugno 2011

Lavorare in un ufficio stampa: cosa fa l'addetto stampa? (parte 2)

Riprendiamo le fila dell'incontro alla Città dei Mestieri di Genova sulla professione di addetto stampa. Dopo il primo post, in cui ho illustrato le modalità di accesso alla professione, vado a spiegare cosa significa lavorare in un ufficio stampa.

L'addetto stampa è chi comunica l'azienda all'esterno. Si occupa di acquisire all'interno dell'ente/azienda/ecc. informazioni che possono essere interessanti per una diffusione sui media, di descriverle in un comunicato stampa, di farlo approvare ai vertici aziendali e infine di inviarlo alle testate giornalistiche.

Il comunicato stampa è un testo con le caratteristiche proprie di un articolo di giornale. Può essere corredato di foto o altro materiale integrativo. Se riguarda un evento, è buona norma inviarlo 2-3 giorni prima, in modo che le testate possano pubblicarlo per tempo. Dopo l'invio tramite mail del comunicato, l'addetto stampa si occupa dei recall: ritelefona a tutte le testate per accertarsi che il comunicato sia stato ricevuto, chiedendo se hanno interesse a pubblicarlo, dando la disponibilità per interviste a figure interne all'azienda e (nel caso di un evento) chiedendo la conferma di partecipazione di qualcuno della redazione.

Infine l'addetto si occupa della rassegna stampa, ossia di monitorare quante e quali testate hanno effettivamente pubblicato la notizia.

L'addetto stampa può essere iscritto all'Ordine dei giornalisti, ma non è un obbligo (a eccezione che negli Enti Pubblici). Non esiste un percorso formativo standard, e il requisito fondamentale è un'ottima capacità e velocità di scrittura.

2 commenti:

Giulia Giarola ha detto...

Davvero utile e super interessante questo post! :D soprattutto perché da ottobre comincerò uno stage proprio in un ufficio stampa! ;) terrò presente questo post.. eh eh....

Carolina Venturini ha detto...

Molto utile e interessante.